Bellero srl info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

L'importanza di scegliere con attenzione i dpi per le vie respiratorie, può salvare la vita
dispositivi di protezione delle vie respiratorie
1049 0

Si definiscono Dispositivi di Protezione Individuali delle vie respiratorie, tutti i tipi di protettori delle vie respiratorie utilizzati contro sostanze che presentano un rischio certo e rilevante per la salute, durante lo svolgimento delle attività lavorative. Tali DPI si suddividono in:

  • Respiratori a filtro;
  • Respiratori a filtro con semimaschera portafiltro e inserto filtrante.

La caratteristica principale, che accomuna tutti i DPI di protezione delle vie respiratorie, è quella che non devono essere mai utilizzati in ambienti in cui c'è o potrebbe esserci insufficienza di ossigeno. Tutti i DPI di protezione delle vie respiratorie, sono considerati DPI di terza categoria e come tali il Datore di Lavoro ha l’obbligo di formare ed addestrare all’uso tutto il personale che ne fa uso.

 

I respiratori a filtro

Oltre alla precedente caratteristica di primaria importanza, occorre considerare che:

- la protezione offerta da un respiratore dipende, oltre che dalla tenuta sul volto, dalla granulometria, dalla distribuzione dell'inquinante e dalle caratteristiche costruttive;

- ogni respiratore è monouso e può quindi essere utilizzato nel corso di un solo turno lavorativo, dopodiché deve essere gettato;

  • l'aria inspirata passa attraverso un materiale filtrante che trattiene gli inquinanti.

I filtri antipolvere e i respiratori con filtri antipolvere si suddividono nelle seguenti classi:

  • bassa efficienza (filtri P1 - respiratori FFP1, THP 1, TMP 1); 
  • media efficienza (filtri P2 - respiratori FFP2, THP 2, TMP 2); 
  • alta efficienza (filtri P3 - respiratori FFP3, THP 3, TMP 3); 
  • i filtri di media ed alta efficienza, si differenziano tra loro per la loro idoneità a trattenere particelle sia solide che liquide.

- I filtri antigas, invece, si suddividono nelle seguenti categorie:

  • piccola capacità (filtri di classe 1);
  • media capacità (filtri di classe 2);
  • grande capacità (filtri di classe 3).

 

Respiratori a filtro con semimaschera portafiltro e inserto filtrante

Tali respiratori, a differenza dei precedenti, proteggono le vie respiratorie da una atmosfera inquinata da gas e vapori. Le caratteristiche che contraddistingue un respiratore con semimaschera, sono:

- la possibilità di essere equipaggiato con un filtro antigas o con un filtro antipolvere (bianco);

- la predisposeizione di un facciale che può essere costituito da una semimaschera con valvole, realizzata interamente o prevalentemente da materiale filtrante antigas, oppure da una semimaschera in gomma in cui il filtro/i antigas forma/no parte inseparabile del dispositivo.

Esistono però due aspetti che determinano il corretto utilizzo del respiratore:

  1. il primo riguarda la corretta selezione del tipo e classe del filtro in relazione alle caratteristiche qualitative e quantitative del gas o vapore inquinante;
  2. il secondo impone invece dei limiti di massa dei filtri, compresa quella dei porta filtri direttamente collegati alle semimaschere o ai quarti di maschera, la quale non deve essere maggiore di 300g.

Concludendo, è importante che anche per la selezione dei DPI di protezione delle vie respiratorie, ci si faccia consigliare da persone competenti, che in relazione alla tipologia dell’esposizione, vi supportano nella scelta giusta.

Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  * 
I PIÙ LETTI
misure di prevenzione e protezione
Cat. : Documenti della sicurezza - 20 aprile, 2018