Bellero srl info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

Il primo soccorso con l'utilizzo del defibrillatore semiautomatico esterno
luoghi di lavoro e dae
168 0

E’ ormai anni che le linee guida internazionali raccomandano la diffusione sul territorio dei defibrillatori semiautomatici (DAE) unitamente alla formazione specifica dei lavoratori e dei cittadini al BLSD già a partire dalla scuola. Ovviamente in alcuni luoghi di lavoro e in alcune strutture particolarmente a rischio, la società ha recepito molto bene la necessità, ma siamo ancora distanti da un’applicazione più capillare ed efficace.

 

Il primo soccorso con l’utilizzo del DAE

Abbiamo già parlato più volte del primo soccorso nei luoghi di lavoro, ma non abbiamo mai fatto un’esplicito riferimento all’utilizzo dei defibrillatori semiautomatici. Il defibrillatore semiautomatico esterno, è uno strumento portatile in grado di analizzare il ritmo cardiaco ed erogare una scarica elettrica al cuore per rimetterlo in ritmo. Può essere usato anche da personale non sanitario perché riconosce senza errore i casi in cui la scarica è necessaria e non interviene se la terapia elettrica non è indicata con assoluta certezza. Pertanto non spetta al soccorritore fare la diagnosi, ma egli deve solo seguire le indicazioni dettate dalla macchina. L’unica accortezza da avere è quella di non toccare il paziente durante l’analisi e la scarica e di mantenere le condizioni di sicurezza attorno.

 

Caratteristiche dei DAE

I DAE, presentano generalmente le seguenti caratteristiche:

  • un tasto verde per l’accensione (anche se in alcuni modelli l’accensione è attivata dall’apertura dell’involucro dell’apparecchio);
  • un tasto rosso per l’erogazione della scarica elettrica;
  • un altoparlante che scandisce le istruzioni all’operatore;
  • un connettore per il collegamento degli elettrodi;
  • una confezione di elettrodi adesivi monouso da applicare sul torace delle vittime.
Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  * 
I PIÙ LETTI
misure di prevenzione e protezione
Cat. : Documenti della sicurezza - 20 aprile, 2018