Bellero srl info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

Come scegliere gli indumenti ad alta visibilità
indumenti ad alta visibilità
590 0

Gli indumenti ad alta visibilità, sono dei capi d’abbigliamento da lavoro e pertanto sono considerati Dispositivi di Protezione Individuali e come tali devono essere forniti dal Datore di Lavoro ai lavoratori per i quali si ritiene necessario l’uso in relazione alle attività lavorative da svolgere. Il loro scopo è quello di rendere molto visibili gli addetti ai lavori sia di giorno che di notte, durante lo svolgimento di lavorazioni che espongono i lavoratori a rischi aggiuntivi causati dalla loro scarsa visibilità, come ad esempio i lavori su strada.

 

Caratteristiche degli indumenti ad alta visibilità

Tutti gli indumenti ad alta visibilità, così come definito all’interno delle norme UNI 20471:2013 ed EN 471, devono avere due caratteristiche ben precise:

  • devono avere delle strisce riflettenti che consentono di dare un’ottima visibilità di notte;
  • devono avere un colore sgargiante di fondo (giallo, arancione o rosso) che consente di dare un’ottima visibilità diurna, perché contrasta in modo particolare con i colori dell’ambiente circostante.

In relazione alle attività da svolgere, è necessario valutare quale tipologia di indumenti ad alta visibilità fornire ai lavoratori; per fare ciò, è necessario che il Datore di Lavoro, in collaborazione con l’RSPP facciano delle valutazioni tecniche che permettano di identificare la classe di visibilità.

 

Come identificare la classe degli indumenti ad alta visibilità 

Le classi dei DPI ad alta visibilità sono 3:

1) Classe 3: livello massimo

è richiesto per le persone che lavorano o sono in prossimità di autostrade, strade extraurbane, urbane e negli aeroporti. I capi devono coprire il torace e avere bande di materiale riflettente su maniche e/o gambe dei pantaloni (i pantaloni possono essere quindi certificati classe 3 solo se abbinati a una giacca). Se si considera il capo singolo, gli indumenti possono arrivare al massimo alla classe 2.

    • minimo materiale di fondo fluorescente: 0,80 mq;

    • minimo materiale retroriflettente: 0,20 mq;

    • 4 metri di nastro riflettente largo 5 cm.

I capi certificabili sono: giacche lunghe, giubbotti con maniche, tute da lavoro, completi giacca/pantaloni.

 

 2) Classe 2: livello medio

è richiesto per qualsiasi persona che lavora in prossimità o su strade extraurbane, urbane, locali, anche per i corrieri.

    • minimo materiale di fondo fluorescente: 0,50 mq;

    • minimo materiale retroriflettente: 0,13 mq;

    • 2,60 metri di nastro riflettente largo 5 cm.

I capi certificabili sono: gilet, tuniche aperte sui fianchi, pettorine, pantaloni.

 

3) Classe 1: livello minimo

richiesto per qualsiasi persona che lavora su una strada privata.

    • minimo materiale di fondo fluorescente: 0,14 mq;

    • minimo materiale retroriflettente: 0,10 mq;

    • 2 metri di nastro riflettente largo 5 cm.

Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  * 
I PIÙ LETTI
misure di prevenzione e protezione
Cat. : Documenti della sicurezza - 20 aprile, 2018