Bellero srl info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

Montaggio di strutture prefabbricate: definire le modalità operative è un obbligo
la sicurezza nel montaggio di strutture prefabbricate
310 0

Anche durante il montaggio di strutture prefabbricate, si nota che gli infortuni non sono poi così rari. Diventa infatti fondamentale per la prevenzione degli infortuni, che il fornitore di un prefabbricato e la ditta che procederà nel montaggio, ciascuno per gli aspetti di propria competenza, formulino istruzioni scritte corredate da relativi disegni esplicativi, sulle modalità di effettuazione delle operazioni di montaggio.

 

Istruzioni di montaggio

Le indicazioni sulle modalità di montaggio dei prefabbricati, devono tener conto sia della fase di approvvigionamento dei singoli componenti, sia della fase di scarico e sia della fase di montaggio vero e proprio. Ma vediamoli singolarmente:

  • fase di approvvigionamento: durante questa fase è importante mettere a fuoco le dimensioni dei prefabbricati ed il loro peso, utili sia per capire con quale apparecchio di sollevamento devono essere movimentati, sia per identificare il mezzo sul quale devono essere caricati per il loro trasporto (è questo un aspetto che permette di capire se sarà un trasporto eccezionale oppure ordinario). Tale fase di approvvigionamento avviene in due momenti differenti e pertanto occorrerà prevedere due apparecchi di sollevamento: il primo, utile per il carico presso il magazzino (normalmente è sempre presente almeno un carroponte) e il secondo utile per lo scarico degli elementi prefabbricati presso il cantiere.
  • fase di scarico, posa e montaggio: è questa una fase invece delicata che dovrà essere progettata “a tavolino”, in parte a cura del fornitore (principalmente per quanto concerne i punti di ancoraggio per la movimentazione, le portate, la definizione del sistema di posa) ed in parte a cura dell’installatore (per quanto riguarda invece la logistica di cantiere, la contestualizzazione delle istruzioni fornite dal produttore in relazione alla propria situazione, il possesso dei dpi necessari al montaggio da parte dei lavoratori, il possesso di un’adeguata informazione e formazione generale e specifica dei lavoratori addetti al montaggio); tutte queste valutazione dovranno essere definite inizialmente all’interno del PSC redatto dal coordinatore della sicurezza e successivamente dalla ditta che procederà nella posa, all’interno del proprio POS.
Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  * 
I PIÙ LETTI
misure di prevenzione e protezione
Cat. : Documenti della sicurezza - 20 aprile, 2018