Bellero srl info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

Conoscere i rischi al fine di poterli prevenire, anche nelle attività di manutenzione degli impianti
i rischi per gli addetti alla sanificazione degli impianti
295 0

Abbiamo già visto in precedenza che cosa si intende per sanificazione degli impianti di climatizzazione; ora proviamo ad individuare i principali rischi che tale attività genera ai lavoratori incaricati di svolgere tali attività. 

 

I rischi per la sanificazione degli impianti di trattamento aria e delle unità locali

I rischi tipici individuati nello svolgimento dell’attività di pulizia per le unità di trattamento aria e delle unità locali, sono:

A fronte di una serie di rischi evidenziati, esistono come sempre delle relative misure di prevenzione e protezione da mettere in atto; quelle tipiche di questa attività sono:
intervenire sulle unità di trattamento aria solo ad impianto spento ed assicurarsi che lo stesso non possa essere azionato casualmente (apporre cartelli, chiudere la zona in cui è posto l’interruttore, ecc…);
utilizzare adeguati DPI a cura di tutti gli addetti ai lavori, con particolare riferimento a quelli di protezione per le vie respiratorie.

 

I rischi per la sanificazione delle condotte di distribuzione dell’aria

I rischi caratteristici per le attività di pulizia e sanificazione delle condotte di distribuzione, che vengono identificati sono:

  • propagazione di polveri e fibre;
  • urti, colpi, impatti e schiacciamenti;
  • rischio elettrico;
  • rischio biologico;
  • rischio chimico;
  • ergonomia;
  • movimentazione manuale dei carichi;
  • lavori in quota;
  • caduta di materiali dall’alto.

Anche per quanto riguarda le condotte, è necessario che l’impianto rimanga spento; risulta inoltre fondamentale prestare attenzione a:

  • la rimozione meccanica del particolato e dei depositi dalle superfici interne, i quali devono essere aspirati, trattenuti e adeguatamente smaltiti;
  • la disinfezione delle superfici interne delle condotte con prodotti disinfettanti, che deve essere effettuata seguendo le indicazioni di utilizzo e le precauzioni d’impiego riportate sull’etichetta e sulla scheda di sicurezza; 
  • la tipologia dei disinfettanti utilizzati, deve essere selezionata tenendo conto del tipo di superficie da trattare, delle possibili interazioni con altre sostanze, della volatilità e della tossicità. 
Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  * 
I PIÙ LETTI
misure di prevenzione e protezione
Cat. : Documenti della sicurezza - 20 aprile, 2018