Bellero srl info@bellero.it +39 0342 380900

BLOG

La sicurezza nelle attività di catering, non è da sottovalutare
i rischi nelle attività di catering
625 0

Succede molte volte di avere a che fare con settori lavorativi dove la sicurezza del lavoratore viene spesso trascurata e si sposta su tutt’altro, come l’interesse alla qualità del servizio e l’interesse verso la clientela. Le operazioni di rifornimento “in massa” di cibi e bevande pronte, sono effettuate da apposite organizzazioni nell’ambito di comunità, compagnie di trasporto, riunioni, cerimonie e spesso anche a domicilio. Oltre ai rischi alimentari che possono derivare dal cibo, la sicurezza dei vari operatori è un aspetto sicuramente trascurato, un problema sottovalutato e non del tutto alla luce del sole soprattutto per la “ristorazione a domicilio”. Nel caso del catering, la maggior parte delle volte le cerimonie e gli eventi sono svolti in luoghi non idonei né a ospitare cibi né tantomeno sicuri per gli operatori e per gli stessi clienti.

 

Quali sono i fattori di rischio 

Nel catering, oltre ai rischi classici della singola mansione lavorativa, si aggiungono quelli derivanti dalla mobilità e dal luogo di lavoro sempre diverso. Proprio per questo, tale attività potrebbe essere paragonata ad un cantiere temporaneo, con la sola differenza della tempistica, in quanto se un cantiere ha una durata di diversi giorni, il catering invece si conclude quasi sempre in meno di 24 ore. Proprio per questo può essere pericoloso per i lavoratori, perché spesso non c’è niente di programmato, ma tutto è improvvisato. Il fatto che un servizio possa risolversi in così poco tempo indica, inoltre, che è un tipo di lavoro molto dinamico e veloce e ciò, spesso, non lascia spazio alla razionalità. Oltre all’improvvisazione, ci sono altri aspetti da non sottovalutare come ad esempio la mancanza di un’adeguata formazione, il personale giovane e inesperto, la stagionalità del lavoro e di conseguenza la precarietà, gli orari irregolari e prolungati e molto altro ancora.

 

Cosa fare per rendere il catering sicuro

Oltre agli adempimenti aziendali da organizzare e pianificare legati alla Valutazione dei Rischi, è necessario mettere in atto una serie di valutazioni, legate al contesto in cui si deve svolgere il catering. A tal proposito risulta importante fare delle riflessioni in merito a:

  • le condizioni degli ambienti di lavoro;
  • l’adeguatezza e le certificazioni degli impianti;
  • l’adeguatezza delle pavimentazioni;
  • la segnalazione degli ostacoli fissi;
  • la definizione delle vie di fuga e delle procedure per la gestione delle emergenze;
  • la segnalazione dei dislivelli;
  • la ventilazione degli ambienti adeguata;
  • la temperatura interna adeguata;
  • la presenza dei presidi di emergenza e della cassetta di pronto soccorso.
Condividi
Ti potrebbe interessare anche...
Lascia un commento!
*  *  * 
I PIÙ LETTI
misure di prevenzione e protezione
Cat. : Documenti della sicurezza - 20 aprile, 2018